News: 24 FEBBRAIO 2016, FINALMENTE CHIUSO IL CANILE ABUSIVO! - Il Canile Comunale ABUSIVO Vitinia EX POVERELLO DEVE CHIUDERE E CHIUDERA'!
(Categoria: emergenze)
Inviato da cortamaltese
mercoledì 21 novembre 2012 - 13:38:55




Lunedì 26 novembre 2012 ore 8.00 è previsto il trasferimento dei cani dal Canile Comunale ex Poverello ad altri canili comunali e privati convenzionati con il Comune di Roma, canili nei quali - contrariamente a quanto vuol far credere l'Avcpp (che gestisce i canili comunali romani dietro pagamento di oltre 4 milioni di euro l'anno di soldi pubblici) - sono presenti altre associazioni di volontariato che si occupano GRATUITAMENTE (non a pagamento come l'Avcpp!) delle adozioni.

Ciò a seguito di formale diffida di Roma Capitale, proprietaria dei cani, alla gestrice Avcpp di evacuare il canile, diffida rimasta inevasa.

Eh sì, perché il 16 gennaio 2012 è stata fatta un'ispezione dalla Asl RMC e redatto verbale in cui viene chiesta la chiusura del canile per gravissime irregolarità (https://www.facebook.com/#!/notes/eleonora-palazzetti/ispezione-asl-al-canile-ex-poverello-gestito-dallavcpp-ordine-di-immediato-trasf/3631142384939) ed il trasferimento immediato dei cani anziani e/o malati e/o debilitati, praticamente la maggior parte di quelli presenti nella struttura. Il verbale è stato regolarmente notificato al Comune ed all’Avcpp, ma fino ad ora nessuna delle autorità competenti ha mosso un dito, nonostante numerose denunce a tutti gli organi istituzionali preposti.

Lunedì 26 novembre 2012 ... :

Finalmente cani tenuti dall'avcpp per oltre 10 anni in gabbie (o recinti, sempre chiusi in un canile stanno!), avranno la possibilità di non vedere ostacolata la propria adozione e quindi di uscire VIVI dal canile ed entrare in una famiglia.

Finalmente cani tenuti dall'avcpp da anni in condizioni incompatibili con il benessere degli animali, avranno la possibilità di non dover pregare che non ci sia pioggia, fango ed umidità, di non dover avere i polpastrelli feriti da grate di ferro sporgenti dal terreno, di non dover cadere in buche-voragini della terra che costituisce il pavimento delle loro gabbie e di essere lontani da terra mai bonificata piena di parassiti che gli rovinano lo stomaco.

L'avcpp va scrivendo a destra e a manca che sta mettendo a posto le gabbie, ma in realtà sta preparando la struttura per farla diventare "parco canile", quando già manca l'autorizzazione sanitaria come "canile". Nessuna struttura (canile o parco canile) può infatti stare in quel posto, questo però non dice l'avcpp:

in base al piano assetto idrogeologico PAI di Roma Capitale il canile si trova in fascia "AA", è una zona ad alto rischio di dissesto idrogeologico. Frutto della ristrutturazione di un canile abusivo sequestrato, l'ex Poverello è situato - con accesso dalla Via del Mare al km 13,800 - in un'area golenale all'interno di una riserva naturale.

Nel dicembre 2008 il canile era stato in parte evacuato perché a rischio esondazione del Tevere, ma subito dopo l'evento vi erano stati riportati i cani spostati.
Vi è un serio pericolo di crollo della struttura, già una parte esterna limitrofa alle gabbie è sprofondata.

Non sempre ciò che non si vede non rappresenta un gravissimo pericolo: fareste stare i vostri familiari in una casa in mezzo al verde con bella vista ma costruita su un terreno che può cedere da un momento all'altro? Fareste stare i vostri familiari in una casa in mezzo al verde con bella vista su un terreno a rischio esondazione del Tevere?

No??? E allora riflettete se sia giusto lasciare in un posto del genere poveri innocenti animali. E’ ora che si cominci a lavorare con la mentalità volta a prevenire le cosiddette tragedie annunciate, perché di questo si tratta: nessuno potrà dire “Non lo sapevo”.

Adesso Roma Capitale FINALMENTE si sta muovendo per proteggere questi animali e trasferirli in strutture idonee.

Ma l'avcpp sta montando tra i suoi volontari e lavoratori una campagna volta all'illegalità: si vuole occupare il canile lunedì 26 novembre p.v. per impedire il trasferimento dei cani e si disinforma la gente.

Ritorniamo a parlare, come sopra accennato, dell'ispezione effettuata dalla Asl RMC (competente per territorio) il 16 gennaio 2012 a seguito della quale è stato redatto verbale di richiesta urgente chiusura del canile in questione.

A distanza di quasi un anno, il canile è ancora aperto ed i cani malati sono tutti ancora lì. Unica conseguenza che si è avuta – ma solamente dopo la notifica del verbale poiché durante il periodo intercorso tra l’ispezione e la notifica, nonostante le contestazioni fossero ben note all’Avcpp, sono stati ivi portati altri cani malati - è stato il blocco delle entrate di animali.

Dal verbale emerge che il canile è privo di autorizzazione sanitaria poiché manca anche l'impianto fognario. Il canile, infatti, non avrebbe mai potuto essere aperto ed invece di fatto da oltre 5 anni lo è.

Dove sono stati scaricati i liquami in questi 5 anni di apertura del canile comunale e dove vengono tuttora smaltiti? Nel Tevere sottostante il canile? Nel terreno su cui è costruito il canile? C’è quindi anche un danno ambientale dovuto all’inquinamento?

Le acque stagnanti all’interno delle gabbie e dei recinti hanno messo e mettono tuttora in serio pericolo di gravi malattie gli animali, i lavoratori dipendenti e volontari dell’Avcpp, i volontari non Avcpp, i visitatori. C’è stato ed è presente tuttora un grave pericolo di salute per le persone e gli animali.


Il 14 settembre 2012 è stato proclamato con un comunicato lo stato di agitazione dei lavoratori dipendenti dell’avcpp del Canile Comunale ex Poverello appartenenti al sindacato USI. Le motivazioni dello stato di agitazione altro non sono che quanto constatato anche dalla Asl RMC nel verbale di ispezione del 16 gennaio 2012, vale a dire la mancanza di tutela delle condizioni di salute e di sicurezza presso il suddetto canile sia per le persone sia per gli animali.

Non è vero, come scrive l'avcpp, che i lavoratori USI sono in agitazione contro il Comune, ma bensì contro il Comune e l'Avcpp. I lavoratori in questione hanno chiesto il trasferimento presso le altre strutture comunali, è l'avcpp che non glielo concede.

 

Sei un animalista? Sei una persona che ama i cani? Sei una persona che paga le tasse al Comune di Roma?

Allora dovresti lottare in questo caso per il benessere dei cani rinchiusi in una struttura pericolosa, con poca visibilità, pochissime possibilità di adozione a causa di un'associazione che purtroppo li gestisce ostacolando/negando le adozioni di quei poveri cani vecchi e malati per la maggior parte, DOVRESTI LOTTARE PER LA CHIUSURA DI QUESTO CANILE ED IL TRASFERIMENTO DEI CANI NELLE STRUTTURE IDONEE E DOVE C'E' PLURALITA' DI ASSOCIAZIONI CHE GRATUITAMENTE CERCANO DI FARLI ADOTTARE. DOVRESTI LOTTARE PER LA GIUSTIZIA.

 

Dobbiamo evitare che per propri interessi personali ed economici, l'associazione che gestisce a pagamento i canili comunali (4 milioni di euro l'anno) e che ha dimostrato in tante occasioni di voler continuare a tenere – pur contro le direttive della Asl di competenza territoriale e del proprietario degli animali che ricordiamolo è Roma Capitale – i cani in un posto pericoloso (situato in un'area golenale fascia “AA” ad alto rischio di dissesto idrogeologico, struttura completamente abusiva e mancante dell'impianto fognario, con gabbie fatiscenti, eccetera), impedisca il trasferimento dei cani.

BISOGNA PREVENIRE LE TRAGEDIE.

Il freddo e le piogge sono vicine, il rischio esondazione del Tevere pure.

Di seguito i link delle note dove vengono illustrate le problematiche del canile (strutturali e alcuni casi di mancate/scoraggiate adozioni):

Di seguito alcune foto e video di come sono stati tenuti negli anni e come sono tenuti anche attualmente i cani “poverelli”:



taison_recinto_allagato_19.2.10.jpg  
 
 taison_recinto_allagato_n._1_19.2.10.jpgtaison_recinto_allagato_n._2_19.2.10.jpg
 
 
 taison_recinto_allagato_n._3_19.2.10.jpg taison_recinto_allagato_n._4_19.2.10.jpg
 
 taison_recinto_allagato_n._5_19.2.10.jpgtaison_recinto_allagato_n._6_19.2.10.jpg
 
 dado_recinto_allagato_19.2.10.jpgdockborgpegaso_recinto_allagato_19.2.10.jpg
 
 robineolonotte_recinto_allagato_19.2.10.jpgmuffo_recinto_allagato_19.2.10.jpg
 
 albab_recinto_allagato_19.2.10.jpgalan_recinto_allagato_19.2.10.jpg 
 principessaulisse_recinto_allagato_19.2.10.jpg 
 tigreflock_fanghi_e_buche_19.2.10.jpglibero_gi_malato_recinto_allagato_con_scritta.jpg 
 brian_recinto_allagato_19.2.10.jpg margo_recinto_allagato_19.2.10.jpg
 mangoaramistofizorretta_scritta.jpg brandokessy_recinto_allagato_19.2.10.jpg












pasquale_18.10.2012_n._1.jpg  
AGGIORNAMENTO 23 NOVEMBRE 2012:

L'avcpp è contro legge: ha occupato il canile per bloccare il trasferimento dei cani che, ricordiamolo sempre, sono di proprietà del Comune.

AGGIORNAMENTO 26 NOVEMBRE 2012:

Oggi, come stabilito, funzionari del Comune di Roma, del Ministero dell'Ambiente, i PICS (reparto speciale della Polizia di Stato che si occupa di degrado), i Vigili ed i Carabinieri, si sono recati al Canile Comunale ex Poverello ma non sono stati fatti entrare dalla contro legge presidentessa dell'avcpp e dalle sue prodi lavoratrici. Non c'era alcun furgone per il trasporto degli animali. Le persone sono state identificate dalla polizia e prese dichiarazioni a verbale.

Ci sono verbali della Asl RMC (più ispezioni che confermano lo stesso stato della situazione rispetto a quello del 16 gennaio), sopralluoghi del Comune di Roma, della Polizia Fluviale ARDIS, dei Pics (reparto speciale della polizia di Stato che si occupa di degrado), del Ministero dell'Ambiente, dei Vigili, della Protezione Civile, che attestano l'urgenza della chiusura. Il proprietario degli animali Comune di Roma ha diffidato da tempo l'avcpp a trasferire i cani nelle strutture più idonee già da tempo allertate, ma la milionaria ed "apolitica onlus" si rifiuta per oltre 4 milioni di euro l'anno di ragioni.

Tutti contro la povera "onlus" da oltre 4 milioni di euro l'anno di soldi pubblici o c'è molto che non va in quel canile???

A chi contatta l'avcpp viene fatto credere che i cani verranno trasferiti in canili privati dove andranno a star peggio, mentre è ufficiale dal Comune di Roma che verranno trasferiti all'ex Cinodromo (canile comunale dove purtroppo c'è anche l'avcpp), a Villa Andreina (dove oltre l'avcpp, c'è un'altra onlus a gestire gratuitamente le adozioni), a Valle Grande dove ci sono ben 2 associazioni di volontariato che gestiscono gratuitamente le adozioni. Non come l'avcpp che si fa pagare oltre 4 milioni di euro l'anno anche per gestire le adozioni e poi di fatto le scoraggia/nega tenendo i cani del Poverello relegati a vita in gabbia. Ostaggi.


AGGIORNAMENTO 27 NOVEMBRE 2012:

L'Avcpp sul suo gruppo facebook dà notizie minuto per minuto dell'occupazione illegale, ma non dice nulla dei cani. “Stanno tutti bene” con le loro piaghe ed i loro tumori, sono tutti “vivi” pure quelli morti in questi giorni, questo devono pensare gli ignari cittadini ed utenti facebook.

Infatti, sono morti diversi cani dei quali si è avuta notizia da altri, non dall'avcpp.

Beh, ora la grande preoccupazione è fare pressione sulle Istituzioni per non chiudere il Poverello e si “ripulisce” e “sistema” il canile in modo da farlo apparire adatto a far vivere lì quelle povere innocenti creature che non hanno voce: hanno fatto arrivare al Poverello un camion di brecciolino per ricoprire i recinti in modo da far sembrare tutto a posto per il sopralluogo previsto a breve delle Istituzioni...ma tra un mese sarà tutto come prima! Negli anni questi giochetti di apparenti “ripulite” sono stati fatti numerose volte ed i video e le foto confermano che dopo poco tutto ritorna come trovato nelle ispezioni della Asl.

Ora l'importante per l'avcpp è far uscire articoli di giornale, il tutto per far pressione sul Comune di Roma perché tutto rimanga come è.

La replica del Comune su Il Messaggero on line del 26 luglio è la seguente:

Il dipartimento ambiente di Roma Capitale, in qualità di gestore del canile e proprietario degli animali, ha deciso il ricovero presso altre strutture dei cani attualmente ospitati nel canile «ex poverello» in prossimità della sponda del Tevere. Il trasferimento degli animali, già disposto nel gennaio scorso dalla Asl Rm C - rende noto il Dipartimento ambiente di Roma Capitale - si rende necessario ed improrogabile a seguito dell'ultima piena del Tevere che ha reso impraticabile una parte dei locali e compromesso gravemente l'argine del fiume che costeggia il canile.

Per garantire la sicurezza degli animali e dei lavoratori dell'associazione che presta servizio nell'impianto - prosegue la nota del Dipartimento ambiente di Roma Capitale - i cani saranno ospitati dalle strutture comunali e convenzionate di: Villa Andreina, Vallegrande ed ex cinodromo. Ogni opera di manutenzione ordinaria del canile ex poverello è stata regolarmente eseguita e che la ricollocazione degli animali è stata disposta a tutela della loro incolumità e per migliorarne le condizioni di vita. Infatti, la chiusura della struttura era stata già disposta dalla Asl Rm C nel gennaio scorso, quando furono rilevate carenze igienico sanitarie dovute principalmente alla storica assenza dei collegamenti al collettore fognante.

Anche il Ministero dell'Ambiente, nel luglio scorso, aveva sollevato l'ipotesi di sversamenti abusivi di liquami nel fiume, mentre nel corso di altre indagini la Asl aveva nuovamente rilevato la mancata osservanza delle prescrizioni igienico sanitarie ed irregolarità di varia natura, multando i gestori della struttura e imponendo al comune la chiusura della stessa. La frana dell'argine che costeggia il canile, collocato in una zona di massima esondazione, ha obbligato gli uffici dipartimentali ad emanare l'ordine immediato di trasferimento dei cani in altri ricoveri comunali senza ulteriori maggiorazioni di spesa per le casse pubbliche
” (http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/sfratto_canile_vitinia_occupato/notizie/234174.shtml).


AGGIORNAMENTO 3 DICEMBRE 2012:

Omniroma-VITINIA, EARTH: CANILE OCCUPATO PER DIFENDERE CANI O SOLDI?
(OMNIROMA)
Roma, 03 DIC - "Era della scorso lunedì la notizia, divulgata dal dipartimento Ambiente di Roma Capitale dell’imminente chiusura del Canile di Vitinia (Ex Poverello) con relativo spostamento dei circa 120 cani in altre strutture convenzionate. Immediatamente è partita l’offensiva dell’ AVCPP, associazione che gestisce i Canili di Roma che ha addirittura organizzato una occupazione della struttura invitando gli animalisti a scatenarsi contro tale decisione paventando in essi preoccupazione circa le sorti dei cani detenuti". Così in una nota l'associazione Earth.
“Abbiamo ricevuto segnalazioni dagli stessi lavoratori e volontari del canile circa le condizioni indecorose in cui vengono tenuti i cani, perlopiù anziani, del Poverello - spiega Valentina Coppola presidente di EARTH - Le piogge di questi giorni hanno allagato il canile e la protezione civile è stata più volte allertata per eseguire eventuali salvataggi. In base al piano assetto idrogeologico PAI di Roma Capitale in fatti, risulta che il canile si trova in fascia "AA", è una zona ad alto rischio di dissesto idrogeologico. La struttura è stata dichiarata non idonea dalla ASL RM C lo scorso Gennaio, è trascorso quindi un anno da quando avrebbe dovuto essere chiusa anche a causa dell’assenza di un sistema di scarichi a norma. Trovandosi il canile in un'area golenale all'interno di una riserva naturale, sarebbe addirittura ipotizzabile un reato di disastro ambientale a carico del Comune. Ma perché tutto questo trambusto circa lo spostamento dei cani in altre strutture che sono a norma? - continua Valentina Coppola - E’ veramente preoccupazione per i cani o piuttosto per il fatto che a differenza dei canili convenzionati che ricevono un indennizzo dal Comune di circa 3,80 euro al giorno a cane, l’AVCPP ne percepisce dai 13 ai 16 al giorno a cane? Per ogni cane tenuto in un canile senza l’idoneità della ASL e fortemente inquinante per il territorio ogni cittadino romano paga circa 5000, 00 euro all’anno. Non sarà questo il motivo dell’occupazione? ”.
"EARTH invia una lettera formale al Sindaco Alemanno - conclude la nota - con la quale chiede di sbloccare una situazione paradossale nella quale delle persone stipendiate da Roma Capitale occupano una proprietà del Comune e tengono sotto sequestro dei cani che sono di proprietà del Sindaco e perché il business dei canili d’oro abbia immediata fine, i cani non sono un mezzo per fare affari".

 

Omniroma-EX POVERELLO, TODINI (PDL): "SE NON CI SONO CONDIZIONI, CANILE CHIUDA"

(OMNIROMA) Roma, 03 DIC 2012 - “Se il canile di Vitinia, ex Poverello, non ha le condizioni per poter sussistere, si chiuda immediatamente. Se la Asl RmC ritiene che la struttura non sia conforme, se il piano di assetto idrogeologico stabilisce che trattasi di sito inidoneo poiché in area golenale, quindi ad alto rischio di dissesto idrogeologico, con conseguenze negative ed ostili al benessere degli animali, non si comprende perché il canile non debba chiudere. Bisogna accogliere e non sottovalutare le varie grida d’allarme che provengono dall’Associazione Earth, dai volontari stessi del canile, e da cittadini che si recano al canile di Vitinia ai quali, però, viene vietato loro l’accesso. Sulla vicenda presenterò un’interrogazione urgente per sollecitare azioni non più procrastinabili”.

Lo dichiara il consigliere del Pdl di Roma Capitale e membro della commissione ambiente, Ludovico Todini (Pdl).


AGGIORNAMENTO 5 DICEMBRE 2012:

Chi è passato oggi casualmente dalle parti del canile comunale ex Poverello ha visto arrivare per un sopralluogo le seguenti persone: l'onorevola Monica Cirinnà, Cristina Bedini, l'Assessore all'Ambiente di Roma Marco Visconti, 3 funzionari dell'Ufficio Benessere Animali, funzionari della Asl. Naturalmente erano stati posizionati nei recinti quintali di brecciolino a coprire le vergogne, come vi avevo anticipato, tutto quindi in apparente ordine. Ma molti non sanno che è trapelata la notizia che c'è un proprietario di una parte del canile che ne chiede la restituzione ed è in causa per gli affitti mai pagati negli anni passati per oltre 50.000 euro. L'ASSESSORE STA FORSE PENSANDO DI SPENDERE ULTERIORI SOLDI PUBBLICI PER FARE L'IMPIANTO FOGNARIO DI UN CANILE CHE NON HA MOTIVO DI ESISTERE? VOGLIAMO PORTARE A CONOSCENZA DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA COME VENGONO SPESI I SOLDI PUBBLICI? Eh sì, perchè da tempo ci sono posti liberi per trasferire i cani nelle altre strutture che costano un terzo di quello che costano al Poverello! Se la struttura non chiuderà a breve, sarà Roma Capitale ad avere denunce da parte dei cittadini. CHI SE LA PRENDE LA RESPONSABILITA'?


Omniroma-ANIMALI, CODICI: STOP A STANZIAMENTO FONDI SENZA BANDO GARA
(OMNIROMA) Roma, 05 DIC - "Basta con lo stanziamento dei fondi destinati ai canili e ai gattili di Roma senza bando di gara.
I soldi pubblici devono essere stanziati con criteri obiet
tivi e trasparenti ad Associazioni, Enti e Organizzazioni che hanno dapprima partecipato ad un regolare bando di gara. E’ necessario che si sappia quanti soldi vengono destinati allo scopo, quali sono i criteri di accesso ai fondi e i canoni che rendono un’associazione idonea all’assegnazione delle risorse economiche messe a disposizione dall’Ente pubblico. Il discorso vale anche per i 450.000 euro, come affermato dal consigliere Monica Cirinnà, destinati a tutelare i cani ed i gatti di alcune strutture di ricezione e ricovero degli animali e alla ristrutturazione di canili". Così in una nota il Codici che "chiede quindi il rispetto della legge 241/90 e diffida il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dal procedere con l’attribuzione casuale di fondi senza che ci sia stato preliminarmente e regolarmente un bando di gara, in caso contrario Codici procederà ad impugnare il provvedimento".



AGGIORNAMENTO 8 DICEMBRE 2012:
Dopo aver letto la dichiarazione della indagata presidentessa Simona Novi sul gruppo facebook dell'avcpp: "...Il canile inquina il Tevere? Il canile ha un sistema di fognature privato, del tutto a norma, non c'è alcun percolato o sversamento nel Tevere...". ECCO IL SISTEMA DI FOGNATURE PRIVATO del canile ex Poverello fotografato il 21 settembre 2012. Chissà se la Magistratura - quella buona non quella che archivia ed insabbia - sarà d'accordo con l' INDAGATA SIMONA NOVI? A voi sembra "del tutto a norma"? DIRETTAMENTE NELLA RISERVA NATURALE DEL LITORALE ROMANO!
 scarico_abusivo_21.09.2012_n._1.jpg scarico_abusivo_21.09.2012_n._2.jpg

AGGIORNAMENTO 20 OTTOBRE 2013:
Sono passati circa 2 anni dall'ingiunzione di chiusura ed il canile è ancora aperto: bloccate dalla Asl le entrate degli animali (almeno questo!!!), la struttura è ancora occupata illegalmente dall'Avcpp che - nonostante la diffida del Comune a consentire il trasferimento dei cani e la chiusura - percepisce pure i soldi pubblici per la gestione degli animali in ostaggio e mantiene sempre lo stesso numero di lavoratori all'interno del canile anche se i cani sono diventati nel frattempo meno della metà di quelli presenti al momento del blocco delle entrate (ad oggi 95 cani se non di meno, visto che l'avcpp non rende più pubblici in tempo reale i decessi avvenuti).

AGGIORNAMENTO 15, 16 E 17 NOVEMBRE 2013:
Di seguito i link degli articoli usciti in questi giorni riguardanti l'inchiesta del quotidiano "Il Tempo" sui canili comunali di Roma:

http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
 
http://www.iltempo.it/politica/2013/11/15/business-da-6-milioni-per-i-canili-pubblici-sulla-pelle-di-fido-il-triplo-dei-fondi-destinati-agli-anziani-piu-soldi-ai-cani-che-ai-nonni-1.1189665

 

http://www.iltempo.it/politica/2013/11/15/in-stipendi-3-milioni-di-euro-per-le-adozioni-solo-9-mila-1.1189698

 

http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/nella-puntata-precedente-piu-cani-piu-sprechi-le-prove-1.1189944?localLinksEnabled=false
 
http://www.iltempo.it/roma-capitale/cronaca/2013/11/17/una-gestione-ormai-fuori-controllo-1.1190345


AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
SUL WEB E' USCITA LA NOTIZIA CHE LUNEDI' 17 MARZO 2014 C'E' STATA UN'ISPEZIONE DEI CARABINIERI NAS AL CANILE EX POVERELLO.
SIAMO TUTTI CON LE FORZE DELL'ORDINE!
 
AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:
CON DELIBERA IN DATA ODIERNA L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE DI ROMA CAPITALE ON. ESTELLA MARINO HA ORDINATO LA CHIUSURA DEI CANILI ABUSIVI RIFUGIO VITINIA EX POVERELLO E VALLE DEI CUCCIOLI.
 
AGGIORNAMENTO 10 NOVEMBRE 2014:
IN DATA ODIERNA C'E' STATA L'ENNESIMA ISPEZIONE CONGIUNTA DELLA ASL RMC E DI ROMA CAPITALE PRESSO IL CANILE ABUSIVO EX POVERELLO. LA ASL HA CONFERMATO LA NECESSITA' DI CHIUDERE IL CANILE E DI SPOSTARE IMMEDIATAMENTE PRESSO LE ALTRE STRUTTURE COMUNALI I CANI CHE SI TROVANO IN GRAVI CONDIZIONI.
AVCPP SI E' RIFIUTATA DI SPOSTARE 13 CANI.
I CANI, SI RICORDA, SONO DI PROPRIETA' DEL COMUNE DI ROMA...
 
AGGIORNAMENTO 16 GENNAIO 2015:
SONO PASSATI INUTILMENTE 3 ANNI DALL'INGIUNZIONE DI CHIUSURA DEL CANILE E DI TRASFERIMENTO DEI CANI DELLA ASL RMC.
ASPETTIAMO L'INTERVENTO DELLA MAGISTRATURA.
 

AGGIORNAMENTO 10 MAGGIO 2015:

Trasmissione in tv “L’Arena” di Giletti

 

Roma - "Quanti soldi pubblici nel business dei randagi" titola così il servizio de L'Arena andato in onda domenica 10 maggio 2015. Massimo Giletti ha puntato il dito contro l'associazione privata che gestisce i canili comunali di Roma, l' AVCPP ( Associazione Volontari Canile Porta Portese). Il fotofinish è quello di una realtà da stipendi d'oro, milionari finanziamenti pubblici senza gara, nessun concorso pubblico ed assunzione di amici per chiamata diretta.”

http://www.agenpress.it/notizie/news/ultime-notizie/48-ultime-notizie-cronaca/3364-partito-animalista-europeo-immigrati-campi-rom-canili-comunali-il-sistema-e-il-medesimo-uomini-od-animali-solo-mero-profitto.html

 

AGGIORNAMENTO 5 GIUGNO 2015:

Riporto dal quotidiano Il Tempo del 5 giugno 2015 l'intercettazione nell'inchiesta Mafia Capitale riguardante i canili comunali romani:

'...L'interesse della 29 Giugno va anche ai canili. Buzzi spiega al suo collaboratore: " er canile...mi so' comprato Altamura" e poi ancora "...il canile lo decide la Cirinnà e Altamura"

AVETE CAPITO BENE? BUZZI AFFERMA CHE "IL CANILE LO DECIDE LA CIRINNA' E ALTAMURA" !

LA SENATRICE PD MONICA CIRINNA', LA PROTETTRICE DELL'AVCPP GESTRICE DEI CANILI COMUNALI. DA IERI ALTAMURA (EX DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO AMBIENTE) E' AGLI ARRESTI DOMICILIARI.

 

AGGIORNAMENTO 7 GIUGNO 2015:

Riporto dall'articolo:

"...appalti illegali dei canili comunali, che sono in mano alla medesima associazione privata nominata e insediata dalla senatrice PD Monica Cirinnà, moglie del già senatore e capogruppo PD Regione Lazio ed attuale sindaco di Fiumicino Esterino Montino, indagato per i reati di truffa aggravata, peculato, false fatturazioni e illecito finanziamento ai partiti a margine dell'inchiesta giudiziaria circa lo sperpero di denaro pubblico del gruppo PD alla Pisana che nel triennio 2010 – 2012 avrebbe dilapidato 2 milioni e 600 mila euro..."

http://www.agenpress.it/notizie/news/ultime-notizie/48-ultime-notizie-cronaca/3364-partito-animalista-europeo-immigrati-campi-rom-canili-comunali-il-sistema-e-il-medesimo-uomini-od-animali-solo-mero-profitto.html




 


































 



Questa news proviene da zampepulite.org
( http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256 )